Santa Maria ai Carboni

Originariamente l’impianto architettonico era quello di una chiesetta, acquisita dal monastero cistercense di S. Maria di Casanova, già in possesso della grancia di S. Maria del Monte, nel 1232. Ubicata ai margini dell’attuale Piano delle Locce, l’area dove è ubicata  viene chiamata “le carvone”. Struttura posta all’incrocio di diversi tratturi. Piccola chiesetta a pianta quadrata, all’interno ancora leggibile l’altare con la nicchia che conteneva sicuramente una madonna. La volta, parzialmente crollata, era a crociera ben costruita. Nel tempo la chiesetta è stata affiancata da una struttura per i pastori a due piani. Tutto l’edificio presenta ormai i segni del tempo, del vandalismo e della mancata cultura manutentiva dei pastori che l’hanno utilizzata.